E’ possibile alleviare i dolori della Fibromialgia, queste erbe e piante possono essere un forte aiuto per chi ne soffre

fibromialgia

Fibromialgia una Malattia Invalidante, Erbe e Piante per alleviare i Dolori cronici dal momento che attualmente non esiste una cura risolutiva. La fibromialgia è una malattia di cui non si conoscono ancora bene le cause, anche se si ritiene che sia dovuta a diversi fattori concomitanti. Colpisce diversi milioni di persone in tutto il mondo, con una netta prevalenza femminile, ed è caratterizzata da un dolore muscolo scheletrico cronico, più severo in alcune ore della giornata, il che la rende una malattia invalidante. Tuttavia,  chi ne viene colpito non deve farsi sopraffare, deve comunque cercare di condurre una vita il più normale possibile, e il solo modo per farlo è assumere una serie di farmaci in grado di lenire, anche in maniera significativa, il dolore. Altro non è possibile fare, anche se si pensa che uno stile di vita equilibrato possa essere di grande aiuto. I farmaci normalmente utilizzati per combattere la sintomatologia dolorosa sono gli antinfiammatori, i FANS, che però non possono essere assunti dai soggetti allergici a questa categoria di sostanze, per cui una soluzione alternativa, anche efficace, è quella di ricorrere a dei rimedi naturali privi tra l’altro di controindicazioni.

Le cause della malattia possono essere diverse, così come la malattia colpisce i pazienti in modo diverso. Tra le possibili cause, meglio usare il termine ipotizzate, visto che non vi è alcuna certezza, si segnalano una disfunzione della tiroide, che presenta sintomi che vanno dalla stanchezza cronica, ai dolori articolari e ai disturbi del sonno. Carenza di vitamine e Sali minerali e, per la precisione, bassi livelli di magnesio e carenza di vitamine B12 e D. Presenza di batteri intestinali, tanto è vero che molti pazienti che soffrono di Fibromialgia presentano anche la sindrome dell’intestino permeabile.

Intolleranza al glutine, che tra l’altro sembrerebbe associata a bel 55 malattie. Questa intolleranza può essere causa anche di dolori articolari, depressione, disturbi del sonno e problemi neurologici. Proliferazione di candida intestinale, un fungo presente normalmente nell’intestino che tuttavia se in quantità eccessiva porta al riversarsi nel sangue di tossine e del fungo causando, tra l’altro, anche dolori articolari. Infine una mutazione genetica, e precisamente del gene MTHFR, che alcune prove scientifiche la assocerebbero alla comparsa della Fibromialgia. Come si vede, una serie di cause che potrebbero essere le responsabili della malattia cronica, anche se non vi sono ancora certezze in tal senso.

Come detto in precedenza, un corretto stile di vita inteso anche come sana alimentazione può essere d’aiuto, ma lo sono ancor di più alcuni rimedi naturali che riescono a migliorare le condizioni di vita del paziente. Tra questi, il Pepe di Cayenna, una spezia in grado di dare giovamento a chi è affetto da fibromialgia. Il pepe di Cayenna è ricco di capsaicina, una sostanza che blocca il rilascio della sostanza P che trasmette il dolore al cervello. Si possono bere due infusi al giorno a base di pepe di Cayenna realizzati mettendo a bollire, in un pentolino, un bicchiere di acqua, una bustina di tè verde, un pizzico di pepe di Cayenna e un po’ di succo di limone. Una volta raffreddato, aggiungere un cucchiaino di miele e bere.

Un altro eccellente rimedio è l’Arpagofito, meglio noto come l’Artiglio del Diavolo. Lo si trova nelle erboristerie e anche nelle farmacie sotto forma di compresse o bustine da infuso già pronte. Si tratta di una piata dalle elevate proprietà antinfiammatorie, indicata per tutte le persone che soffrono di dolori articolari, artrosi e artrite, in quanto è in grado di lenire il dolore in maniera considerevole ed è totalmente prima di effetti collaterali che invece sono tipici dei
farmaci. Può essere assunta tutte le mattine, e i risultati saranno praticamente immediati.

Altra pianta utile è l’Iperico, nota anche come Erba di San Giovanni, può essere assunta tutti i giorni, mattina e sera, sotto forma di infuso. Aiuta a migliorare l’umore, contrasta la depressione e la tristezza, condizioni solitamente associate anche alla fibromialgia, e inoltre fa bene alla fibromialgia in quanto è ricca di acidi organici, oli essenziali, cheratina, limonene e tannini.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *